Dopo una GCA: Servizi di consulenza per il reinserimento sociale e un “nuovo progetto di vita”

Una Grave Cerebrolesione Acquisita da Trauma cranico, Ictus, Anossia o Tumore cerebrale cambia la vita. Ma non bisogna arrendersi!

Presso i nostri Centri di Milano e Bergamo e’ possibile usufruire di interventi specialistici funzionali al reinserimento sociale:

  • Formazione al ri-apprendimento di competenze
  • Gestione quotidianità
  • Logopedia: sedute individuali di riabilitazione linguistica
  • Specifica valutazione di specialisti quali psichiatra e neurologo in merito alle condizioni cliniche del paziente e per monitoraggi delle terapie farmacologiche.
  • Psicoterapia: finalizzata alla ridefinizione di un nuovo senso di sé in relazione ai propri vissuti, alla propria progettualità, alle proprie aspettative future, alle attuali limitazioni e potenzialità. Ciò comporta il ricreare una continuità nella propria vita che è stata interrotta da un evento traumatico e improvviso, passando attraverso l’adattamento degli esiti permanenti di malattia, fino ad arrivare a poter convivere con le proprie limitazioni e con un nuovo senso d’identità che faccia comunque sentire appagati.

In relazione ai bisogni e problematiche individuali e agli obiettivi progettuali è possibile attivare uno dei seguenti servizi:

  • Psicoterapia individuale
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia familiare
  • Percorsi di counseling

Per approfondimenti info@cooperativaprogettazione.it

Riabilitazione e recupero competenze dopo una lesione cerebrale

Ultime news  

Disabilità cognitiva e intellettiva: sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana.

Disabilità cognitiva e intellettiva: sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana.

Presso i Centri di Progettazione, le persone con disabilità cognitive e relazionali, possono accedere a percorsi e servizi personalizzati che riguardano: • Mantenimento e sviluppo delle capacità di gestione della vita quotidiana; • Mantenimento e sviluppo delle capacità cognitive; • Mantenimento e crescita delle autonomie e della socializzazione, attraverso progetti individualizzati da realizzarsi; • Valutazione e sviluppo delle abilità lavorative; • Sostegno psicologico alla persona ed ai familiari.

Le sfide nella raccolta e gestione dei dati in funzione della valutazione di impatto

Le sfide nella raccolta e gestione dei dati in funzione della valutazione di impatto

L’utilizzo dei sistemi IoT nella gestione dei progetti di inclusione sociale e in particolare dei supporti all’abitare o per il lavoro, consentono di raccogliere una certa quantità di dati e di conseguenza, di valutare le tattiche di gestione dei servizi, la scalabilità e, con la loro integrazione, gli indici di necessità e il grado di sicurezza complessiva.