Settimana del Cervello 2017 – chiedi una valutazione neuropsicologica gratuita.

Per prenotare clicca qui

Screening neuropsicologico


Valutazione Neuropsicologica per persone con lesioni cerebrali da Ictus, Anossie o Traumi cranici.

Dopo una lesione cerebrale è frequente il riscontro di menomazioni della sfera cognitiva e comportamentale, che compromettono il reinserimento in famiglia e in società del paziente. I disturbi più frequentemente osservati dopo un grave danno cerebrale riguardano:

  • Disfunzioni ed inefficienze nell’elaborazione delle informazioni (capacità attentive e mnesiche, abilità linguistiche, percezione spaziale e abilità prassiche);
  • Inefficienze delle funzioni esecutive (abilità di selezione, programmazione, organizzazione e verifica di azioni finalizzate al conseguimento di un obiettivo);
  • Inefficienze della condotta sociale (apatia, abulia, anosognosia, disforia, aggressività, disinibizione, impulsività, discontrollo emotivo).

L’indagine e la successica valutazione neuropsicologica, attraverso l’utilizzo di test psicometrici, raccoglie e misura dati sulle capacità cognitive dopo una lesione, dopo un intervento neuro-chirurgico e all’inizio e/o al termine di un periodo riabilitativo; individua le funzioni cognitive risparmiate o colpite dalla lesione cerebrale, chiarisce la consistenza dei deficit e parallelamente evidenzia i punti forti su cui intervenire nel lavoro riabilitativo, seguendone l’evoluzione nel tempo. Nello specifico vengono analizzate le funzioni cerebrali superiori quali memoria, apprendimento, attenzione, linguaggio, percezione visiva, abilità prassiche e funzioni esecutive.

Lo scopo principale della valutazione è quindi stendere un profilo dello stato cognitivo della persona, al fine di dare indicazioni relative alla gestione ed all’assistenza del paziente, alla progettazione dell’intervento riabilitativo e alla verifica dell’efficacia delle azioni realizzate

Inoltre, sempre più spesso, la valutazione assume  importanza in ambito forense e assicurativo (richiesta da avvocati, giudici, medici del lavoro) in quanto unico strumento in grado di delineare il funzionamento cognitivo dell’individuo.


Per approfondimenti: 

Dove fare la valutazione a Milano

Dove fare la valutazione a Bergamo